PESCA- CROTONE: AMBIENTE MARINO E PICCOLA PESCA, UNA STRATEGIA CONDIVISA PER IL FUTURO

Pesca e acquacoltura

   

COMUNICATO STAMPA

CROTONE: AMBIENTE MARINO E PICCOLA PESCA, UNA STRATEGIA CONDIVISA PER IL FUTURO

 

 

E' stato un importante e proficuo incontro quello che si e' svolto sabato 16 dicembre presso la sede dell'AMP Capo Rizzuto, promosso da Legacoop Calabria e dal suo Dipartimento pesca.  A confronto l'area marina protetta e le 5 cooperative di pesca che operano nelle sue acque, potenzialmente con 48 imbarcazioni di piccola pesca.

Erano presenti ed hanno fornito importanti contributi ai lavori, l'assessore regionale all'Ambiente Antonella Rizzo, il responsabile dell'area marina protetta Simone Scalise, la presidente di Legacoop Calabria Angela Robbe, Claudio Liotti della Presidenza di Legacoop Calabria, Paolo Pelusi direttore di Consorzio Mediterraneo e Angelo Petruzzella coordinatore nazionale del Dipartimento pesca di Legacoop Agroalimentare.

I lavori sono partiti da un attento esame delle problematiche legate alla gestione di questa importante area marina protetta (oltre 14.000 ha di cui solo il 4% riserva integrale) facendo emergere la necessità e l'urgenza di un intervento più incisivo e risolutivo del problema della pesca abusiva che di fatto ha vanificato gli sforzi e i sacrifici fatti in tutti questi anni sia da parte dell'AMP, sia da parte dei pescatori.

I contributi e le proposte avanzate si sono concentrati sull'opportunità di rilanciare il ruolo dell'AMP predisponendo urgentemente un programma di interventi per la lotta alla pesca abusiva e per sostenere l'attività dei pescatori, coinvolgendoli nelle attività di gestione ed in quelle di valorizzazione turistica dell'area.

Da parte dei pescatori e' emersa anche la disponibilità a migliorare la selettività della loro attività di pesca (ad esempio, uso di reti a maglia più larga, fermo volontario). "In questo contesto, saranno necessari una grande attenzione ed un sostegno da parte della Regione Calabria chiamata ad attivare tutte le necessarie risorse regionali e comunitarie" precisa Petruzzella.

A tal fine, l'assessore Rizzo ha annunciato la redazione nei prossimi mesi di un preciso programma di azione.

Tutti i partecipanti hanno accolto favorevolmente la proposta, avanzata dal coordinatore Petruzzella, di organizzare un incontro nazionale tra le aree marine protette e le cooperative di pesca per rilanciare il ruolo della piccola pesca nella salvaguardia e valorizzazione delle risorse biologiche e ambientali delle aree marine protette.




  Categoria:
Pesca e acquacoltura

altre news del settore: Pesca e acquacoltura