ALLEANZA COOPERATIVE PESCA, REGOLAMENTO CONTROLLI UE: LA PROPOSTA DI MODIFICA DELLA CE E' PEGGIORATIVA

Pesca e acquacoltura

 

ALLEANZA COOPERATIVE PESCA, REGOLAMENTO CONTROLLI UE: LA PROPOSTA DI MODIFICA DELLA CE E' PEGGIORATIVA

 

In una iniziativa dell'europarlamentare D'Amato al Parlamento europeo affrontati i nodi del Regolamento

 

 

"Aumento della platea degli operatori controllati, dalla piccola pesca ai vettori (trasportatori), telecamere a bordo di un gruppo di pescherecci per controllare l'obbligo di sbarco, trasmissione dei dati sul pescato al termine di ogni cala (per le barche >12 mt), sanzioni in base al valore del prodotto, monitoraggio continuo della potenza erogata dai motori dei pescherecci, controllo delle barche <12 mt (piccola pesca) attraverso land based mobile network: con queste e altre misure la CE vuole ulteriormente aggravare il mostro burocratico del Regolamento  CE 1224/09, con una proposta avviata al trilogo".

 

E' questo il commento dell'Alleanza Cooperative Pesca al termine dell'incontro intitolato "La giusta rotta", tenuto al Parlamento europeo lunedì scorso, nel quale i rappresentanti delle associazioni italiane, della ricerca e alcuni pescatori, hanno incontrato parlamentari europei e rappresentanti della DG Mare su invito della onorevole D'Amato.

 

"Si insiste con il sistema di comando e controllo che in mare ha mostrato da decenni tutti i suoi limiti, invece di puntare sulla sensibilizzazione, sulla responsabilizzazione dei pescatori e sulla condivisione delle regole - ha dichiarato l'Alleanza - così facendo si aumenta l'esasperazione degli operatori e si alimenta l'avversione di questi nei confronti delle istituzioni, puntando su adempimenti concepiti da chi evidentemente non e' mai stato su un peschereccio e non sa quali sono le difficoltà operative in condizioni meteo avverse e in spazi ristretti. Gli aspetti positivi del Regolamento, come la parte riguardante la pesca ricreativa, e' schiacciato dal peso di norme assurde e impraticabili che allontanano da quella semplificazione auspicata. Ci auguriamo - ha concluso l'Alleanza - che nel trilogo la proposta venga modificata tenendo conto della realtà della pesca italiana e mediterranea. Ai parlamentari chiediamo un forte impegno con questo obiettivo"




  Categoria:
Pesca e acquacoltura

altre news del settore: Pesca e acquacoltura