ALLEANZA COOPERATIVE: CRESCE LA TENSIONE NELLA PESCA

Pesca e acquacoltura

 Roma, 26 novembre 2021 - Il Coordinamento pesca dell'Alleanza delle Cooperative Italiane ha partecipato ieri ad una audizione in Commissione Agricoltura della Camera dei deputati nell'ambito della discussione congiunta delle risoluzioni 7-00686 Viviani, 7-00726 Caretta e 7-00743 Incerti, concernenti iniziative in sede europea a tutela del comparto ittico nazionale. "Abbiamo espresso forte preoccupazione per le proposte che la Commissione Europea ha portato al tavolo del negoziato sulle possibilità di pesca 2022 – riferisce l'Alleanza – È quanto mai necessario un forte ed incisivo intervento del nostro Governo a tutela della filiera ittica nazionale che rischia una insostenibile diminuzione delle giornate di pesca. Per fare ciò occorre lavorare su più fronti sia a livello nazionale sia a livello comunitario, facendo fronte comune con gli altri Paesi mediterranei – prosegue l'Alleanza – Anche un intervento in sede di Legge di bilancio volto ad estendere l'intervento della CISOA alle interruzioni temporanee obbligatorie e non obbligatorie, potrebbe essere di supporto al settore. Nello scenario che si sta prospettando di sempre più frequenti sospensioni dell'attività a tutela delle risorse marine, un intervento sulla CISOA in questa direzione rappresenterebbe un segnale di grande attenzione quanto mai necessario a mitigare le inevitabili tensioni sociali che si potrebbero generare". Le proposte della CE per il 2022 diffuse dal MIPAAF all'ultimo tavolo consultivo – che costituiscono la base della trattativa con la Commissione – stanno nel frattempo facendo aumentare la tensione nelle marinerie. Una serrata serie di incontri nei prossimi giorni e' prevista sul territorio e al centro nell'Alleanza, tra questa e le altre Organizzazioni nazionali e con le Organizzazioni della pesca di Francia e Spagna per concordare le azioni da mettere in campo da qui al Consiglio dei Ministri UE di dicembre.




  Categoria:
Pesca e acquacoltura

altre news del settore: Pesca e acquacoltura