7 Maggio 2009

Vitivinicolo
7 maggio 2009

Cari amici,

troverete qui di seguito la comunicazione pervenutaci oggi dal Ministero.

Non sono in grado di darvi al momento ulteriori dettagli circa le quantità richieste, nè rispetto alla proposta avanzata dal Ministero circa l'aumento della percentuale della distillazione uso bocca, che non specifica nè importi nè risorse nè, tantomeno, come verrà affrontato il prblema distillazione di crisi.

Sicuramente comunque domani chiederemo al Ministero che non venga assunta alcuna decisione senza aver pima consultato la filiera e le regioni.

Vi informerò pertanto appena possibile delle ulteriori novità.

Cordialmente

Gabriella Ammassari

 

 

"Si comunica che sono state presentate allo scrivente richieste di attivazione della misura “Distillazione di crisi” da parte delle Regioni Abruzzo, Campania, Emilia Romagna, Lazio, Molise, Puglia, Sicilia, Umbria e Provincia autonoma di Trento.

Nelle more della valutazione delle richieste pervenute e della individuazione di soluzioni nell’ambito della modifica complessiva del piano di sostegno nel termine del 30 giugno p.v., si sottopone all’attenzione degli Amministrazioni ed Associazioni in indirizzo la seguente proposta:

Aumento a circa 80% della percentuale di accettazione delle domande presentate  per consentire maggiore accesso alla misura della distillazione alcol uso bocca, all’uopo utilizzando parte dei fondi assegnati alla distillazione dei sottoprodotti .

Si prega comunicare eventuali osservazioni entro le ore 12 del 11 maggio p.v. al fine di poter procedere con tempestività alla predisposizione del provvedimento integrativo.

Con l’occasione si anticipa che la riunione  di coordinamento delle problematiche connesse alla modifiche del Programma di sostegno si terrà il 14 maggio p.v.

Si fa presente altresì che nella giornata di domani sarà comunicato l’ordine del giorno del predetto incontro  e sarà trasmessa la bozza di lavoro concernente la distillazione di crisi."




  Categoria:
Vitivinicolo