Chiarimento ICQRF

Vitivinicolo
16 febbraio 2010

Testo integrale del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali:

 

L’ICQRF NON HA SOSPESO ALCUN CONTROLLO

 

Sul sito della Legacoop Agroalimentare (www.legacoopalimentare.coop/comvitivinicolo/15-gennaio-2010/) è stato pubblicata una nota in cui si afferma che l’Ispettorato Centrale della Tutela della Qualità e Repressione Frodi dei prodotti agroalimentari, indicato erroneamente con l’acronimo ICQA, ha concordato con l’AGEA che non sarebbero stati temporaneamente effettuati i controlli relativi alle dichiarazioni di raccolta e produzione vino a partire dal 15 gennaio del corrente anno, termine ultimo fissato dalla normativa comunitaria per la presentazione delle stesse.

Al riguardo, si smentisce categoricamente quanto affermato dalla Legacoop Agroalimentare nella sua comunicazione, ribadendo, nel contempo, che non vi è stato alcun accordo né formale né informale sulla questione tra l’Ispettorato Centrale della Tutela della Qualità e Repressione Frodi dei prodotti agroalimentari e l’AGEA.

Pertanto, gli ispettori incaricati dei controlli nel settore vitivinicolo procederanno secondo quanto previsto dalle normative vigenti in materia.

In ogni caso, l’Ispettorato Centrale della Tutela della Qualità e Repressione Frodi dei prodotti agroalimentari si riserva di adottare ogni azione necessaria a tutelare la propria immagine presso le competenti Autorità Giudiziarie.

 




  Categoria:
Vitivinicolo