28 Luglio 2011: dazi doganali in Russia

Vitivinicolo
28 luglio 2011

Gentili tutti,

come sicuramente sapete non molto tempo fa è emerso un problema relativo all’esportazione di vini da tavola italiani in Russia. Infatti, le Autorità doganali russe (sulla base di dati forniti dall’UE e con fini di lotta alla contraffazione) a un certo punto hanno rivisto verso l’alto il valore minimo doganale, esclusivamente con riferimento ai vini provenienti nostro Paese, dando così vita a una forte discriminazione che mina le regole del commercio internazionale.

Come Comitato d’Intesa abbiamo immediatamente inviato le lettere che Vi inoltro in allegato ai Ministri Romano e Frattini, da cui abbiamo ricevuto le rispettive risposte, anch’esse allegate.

Nello specifico, pare che da un punto di vista ‘politico’ la questione sia risolta, in quanto le Autorità russe hanno garantito che qualora il prezzo di vendita effettivo sia più basso del valore minimo doganale sarà sufficiente fornire l’adeguata documentazione che lo dimostri e pagare il dazio effettivamente corrispondente. Il problema rimasto aperto consiste nel fatto che le stesse Autorità non hanno specificato quale sia la documentazione necessaria, dunque si stanno creando situazioni in cu ciascun importatore avanza richieste diverse, più o meno accettabili. Ai fini di omologare e rendere il più semplice possibile l’invio della documentazione necessaria, è stato aperto un canale diretto con l’Ambasciata italiana in Russia, a cui è possibile inviare segnalazioni di richieste ‘non accettabili’ provenienti da parte di qualche importatore. A tale scopo Vi chiediamo di segnalare a noi qualora si verifichino situazioni del genere, inviandoci qualche riga di informazione ed eventuali documenti che dimostrino quanto richiesto dall’importatore, in modo che possiamo provvedere noi a girare tali segnalazioni a chi di dovere.

 Cordiali saluti Valentina Sourin Lettera Ministro Romano su dazi Russia - 6 07 2011 (2) Lettera Ministro Frattini Dazi doganali in Russia - 6 07 2011 Risposta Lettera Ministro Agricoltura Risposta Lettera Ministro Affari Esteri


  Categoria:
Vitivinicolo